Home Lab Giornalismo “SUL CORPO DELLE DONNE” DI ILENIA MENALE

“SUL CORPO DELLE DONNE” DI ILENIA MENALE

421
0

I ragazzi del Cross Medial partecipano alla presentazione del libro di Ilenia Menale

Di T. Guarino e A. De Gaetano

“I principali assassini di domani oggi sono a scuola” queste le parole di Ilenia Menale durante la presentazione del suo secondo libro intitolato “Sul corpo delle donne”, avvenuta nell’aula magna del Liceo Scientifico Enrico Fermi, alla quale hanno avuto la possibilità di partecipare tutti i ragazzi del Laboratorio di Giornalismo Cross Medial. L’incontro si è tenuto giovedì 21 Febbraio, e sono state ospiti della scuola: Ilenia Menale, giornalista e scrittrice, Mary Liguori, giornalista del Mattino e Cinzia Greco, fondatrice dell’associazione “Diritti e Frontiere” responsabile dello sportello anti violenza sorto per le donne di Roma. I ragazzi hanno mostrato un grande interesse durante l’intera presentazione. Dopo una breve introduzione dell’argomento e per evitare di avere il classico discorso frontale con i ragazzi, è stato chiesto loro di iniziare proprio dalle domande che avevano da porre alla scrittrice riguardo al libro che tutti i presenti nella sala avevano letto nei giorni che hanno preceduto la presentazione. Sul corpo delle donne è un volume indirizzato ai giovani in cui l’autrice mette in evidenza le complesse problematiche che non solo del nostro Paese ma del mondo intero: violenza sessuale, infibulazione, spose bambine e bambine soldato. Il testo contiene interviste a professionisti del settore: Cinzia Greco, Federico Montanari, sociologo e semiologo e Tonia Bardellino, sociologa e criminologa. Donne innocenti, donne vittime, donne ignare, deluse. Donne stuprate, abusate, derubate della propria femminilità, del proprio corpo, della propria infanzia. Sono queste, le donne protagoniste del nuovo libro di Ilenia Menale. Sul loro corpo i segni evidenti di amori insani, di una società malata. Tre i temi affrontati che l’autrice spiega e racconta con l’ausilio di volontari e personalità competenti: la pratica dell’ infibulazione, la violenza sessuale e la forzata costrizione delle bambine soldato. Il testo poi approfondisce le storie di donne che hanno subito: Waris Dirie, Ayaan Hirsi, Ali, Franca Viola, Franca Rame, Malala Yousafzai e Nojoud Ali.

I ragazzi del Laboratorio di Giornalismo hanno anche avuto l’opportunità di leggere delle frasi o delle citazioni preparate da loro, per invitare tutte le donne del mondo vittime di violenza a ribellarsi e denunciare; come afferma la scrittrice: “Bisogna partire dai banchi di scuola per provare a risanare questa società ormai marcia in cui questo genere di violenza è all’ordine del giorno”. “Avendo letto questo libro mi rendo conto di quanto sia grave la situazione attuale dell’intero mondo e di quanto possa essere difficile provare a migliorarla” afferma Giovanna Iovine della 3I. L’incontro si è concluso con la visione di un filmato scelto dalla scrittrice nel quale veniva raccontata la storia di una bambina alla quale veniva praticata l’infibulazione. Video che ha fatto riflettere tutti i presenti, compresi gli studenti delle classi terze, chiamati alla partecipazione e alla condivisione dell’argomento.

Il convegno si è chiuso con un messaggio di speranza che le relatrici hanno lanciato invitando tutti, e soprattutto le ragazze presenti in aula, a non tacere, MAI , ringraziando poi tutti per l’attenzione e la partecipazione.