Home Progetti IL LABORATORIO DEL SÉ: IMPARARE A SCRIVERE DI SÉ

IL LABORATORIO DEL SÉ: IMPARARE A SCRIVERE DI SÉ

333
0

Sta per finire un modulo tutto incentrato sulla conoscenza di se stessi

Di M. Mangiacrapa e C. Sarmiento

La scrittura è una delle forme di espressione più diffusa, proprio per questo motivo il Liceo Fermi quest’anno ha programmato un nuovo modulo chiamato il “Laboratorio del sé”, facente parte del PON ’Orientamento e Riorientamento’. Questo modulo è stato preparato dalle docenti di Lettere Eleonora Ciambelli, Maria Rosaria Esposito e Angela Gildi alcuni anni fa. La Prof.ssa Ciambelli racconta che l’obiettivo che si erano prefissate era quello di far fuoriuscire il sé di ogni alunno, la loro intimità, facendo lavorare i ragazzi su se stessi attraverso la scrittura autobiografica. Ad oggi la professoressa dice di esser molto soddisfatta di questo progetto, grazie al quale è riuscita a creare un rapporto con gli studenti che va anche un po’ oltre la scuola: infatti, durante le lezioni, i ragazzi riescono, attraverso i loro testi, ad aprirsi e ad esprimersi a 360°. La docente continua dicendo: “I ragazzi hanno partecipato molto attivamente, oltre le mie aspettative, e ho capito che i ragazzi adolescenti hanno un grandissimo bisogno di tirar fuori le proprie emozioni, in qualsiasi modo, e la scrittura è un veicolo, è uno degli strumenti che abbiamo per poterci emozionare.” Questo progetto non è ancora finito, la lezione conclusiva ci sarà a maggio e sarà tenuta da un esperto esterno, ovvero un docente universitario di linguistica e lessicografia. Riguardo alle competenze raggiunte,la docente afferma: “Io non credo nel miglioramento dell’alunno, per me l’alunno compie un percorso verso una direzione che è quella dell’espressione delle sue più intime capacità e competenze. Non esistono alunni peggiori o migliori, ma chi ha competenze in un campo chi in un altro.” Proprio per questo motivo, la Prof.ssa rivela di non aver dato limitazioni o determinati criteri da seguire (come, ad esempio, il voto in italiano) per l’iscrizione a questo percorso. Tra i partecipanti, Maria Teresa Falco, 2Bs racconta di come l’idea di seguire il laboratorio l’abbia da subito entusiasmata, sin dal primo momento in cui ne ha sentito parlare dalla propria docente. A tal proposito aggiunge: “Imparare a scrivere una parte della nostra vita è diverso da scrivere un diario per se stessi e ho pensato fosse un’ottima idea per una persona che tende ad essere timida come me.” La ragazza, inoltre, lo consiglia a tutti i suoi coetanei perché la docente gestisce in modo fantastico il laboratorio, in quanto riesce a creare un’atmosfera tranquilla e un ambiente dove ci si può sentire a casa. Le tracce fornite durante le lezioni permettono ai ragazzi di cimentarsi in un’impresa ogni volta nuova, in cui sfruttare la propria fantasia e le proprie abilità. Così, gli studenti possono mettersi in gioco e approfondire, talvolta, lati di se stessi che hanno trascurato o a cui non hanno dato molto peso– dunque si tratta di un percorso che comporta anche una grande crescita personale e una maggiore conoscenza della propria persona. Maria Teresa rivela: “Scrivere poesie mi è sempre piaciuto e penso che prendere parte a questo corso mi abbia aiutato a sviluppare ancora di più questa passione. Vivere un’esperienza del genere è stato rilassante in qualche modo, ma allo stesso tempo l’ho preso con serietà, per assimilare ancora di più dal materiale fornito dalla professoressa.” La studentessa continua dicendo di essere rimasta totalmente soddisfatta da come si è svolto il corso e che a parteciperebbe nuovamente senza alcun dubbio. Conclude poi: “Mi ha aiutato tantissimo! Mi ha dato la possibilità di imparare a condividere, ciò che scrivo, con gli altri e ho imparato l’importanza del mettersi in gioco, inoltre ho ricevuto parecchi stimoli che mi hanno spinto a migliorare me stessa.” Come questo corso conferma, per intraprendere un percorso di conoscenza di se stessi non c’è strada migliore che quella della scrittura, che rappresenta un po’ la porta d’ingresso alla nostra interiorità.