Home L'editoriale INFLUENZE? NO GRAZIE

INFLUENZE? NO GRAZIE

223
0

Effettuare qualsiasi tipo di scelta con la propria testa è difficile ma importante

Chi non conosce il celebre dipinto di Eugène Delacroix “La libertà che guida il popolo” nel quale l’allegoria della libertà guida i francesi a ribellarsi alla monarchia assoluta? Nei secoli a venire si è continuato a lottare per questo ideale e si continua a farlo ancora oggi. Sono stati compiuti dei notevoli passi in avanti nel mondo, come libertà di culto o libertà di stampa ma c’è il rischio concreto di perdere queste importanti conquiste a causa dei mille messaggi dei media e delle pubblicità dalle quali siamo bombardati quotidianamente. I ragazzi infatti tendono a seguire dei modelli che possono influire sulle loro scelte, cancellando spesso la propria libertà di espressione a favore di scelte fatte da altri, ovvero personaggi importanti come sportivi o influencer. Questi con il loro carisma e i loro consigli, riescono a influenzare i gusti dei giovani, spingendoli a diventare come loro. I secondi citati, grazie ai social network, riescono a diffondere maggiormente le proprie idee, limitando la capacità di scelta dei ragazzi che iniziano ad ispirarsi a quei modelli per sentirsi “alla moda” e quindi tendono ad acquistare i prodotti da loro sponsorizzati. Invece facendo così, si evita di pensare con la propria testa e non si può far valere la propria personalità. È dunque fondamentale agire con la propria mente, farsi una propria idea su un qualsiasi prodotto per poi scegliere se comprarlo o meno.  Però potrebbe capitare che il bene pubblicizzato dagli influencer sia acquistato perché piace ma non perché sei stato influenzato. Invece anche in questo caso si cade nella “trappola” in quanto si sceglie comunque un prodotto pubblicizzato in prima persona, da qualcuno che ti dice a chiare lettere di comprare ciò che mostra e, a differenza delle pubblicità trasmesse in televisione o in radio, non si mantiene la distanza azienda-cliente che permette di avere più tempo per ragionare su un futuro acquisto. Non bisogna farsi influenzare da chi, per esempio, propone un capo d’abbigliamento piuttosto che un altro. È necessario dunque pensare con la propria testa perché sono i nostri gusti diversi a renderci unici!