Home Progetti ALIMENTAZIONE SOSTENIBILE: FORMAZIONE SULL’ALIMENTAZIONE

ALIMENTAZIONE SOSTENIBILE: FORMAZIONE SULL’ALIMENTAZIONE

157
0

Uno degli progetti promossi dall’Istituto ha come obiettivo l’alimentazione .

Di Marinella Mangiacrapa e C. SarmientoIl Liceo Scientifico E. Fermi cerca continuamente di formare i suoi ragazzi, indirizzandoli a conoscenze che non si basino più solo sulle lezioni quotidiane e ciò avviene attraverso e grazie ai progetti. Uno di questi è “Alimentazione sostenibile”, modulo del progetto “Potenziamento delle competenze di cittadinanza globale”, che ha avuto inizio ad aprile. La tutor interna del PON è la docente di scienze Maria Carla Ferrari, la quale racconta che le lezioni sono strutturate in maniera dinamica e interattiva: durante gli incontri, infatti, si tende ad alternare esperienze pratiche a fasi di elaborazione critica attraverso la visione di PowerPoint e video successivamente argomentati e discussi insieme. I promotori di quest’iniziativa sono stati il Dipartimento di Scienze e la Dirigenza, proprio perché in accordo con i rispettivi intenti formativi. La Prof.ssa continua spiegando gli scopi di questo progetto, quali il far acquisire consapevolezza del ruolo che una corretta alimentazione gioca nella determinazione del benessere psicofisico; il riconoscere la tipologia degli alimenti; il valore nutrizionale e la funzione di un cibo all’interno della piramide alimentare e tanti altri. Parlando dei ragazzi, la docente di scienze afferma: “Sono sempre partecipi alle lezioni ponendo domande alla tutor esterna, Maria Rosaria Amoroso, raccontando esperienze personali e confrontandosi.” La Prof.ssa Ferrari prosegue poi raccontando che i ragazzi hanno partecipato attivamente alla stesura di un articolo che verrà poi pubblicato sull’Osservatorio Cittadino e che ad oggi sono impegnati nella realizzazione di uno spot finalizzato alla partecipazione a un concorso della Regione Campania, chiamato “Giovani della Campania per l’Europa: Diritti, Ambiente, Dieta Mediterranea e Agricoltura, Salute.” Una delle partecipanti al corso è Martina Andreozzi, 3P, che rivela di aver deciso lei stessa di iscriversi. Spiega, poi, quali sono gli scopi principali del modulo, ovvero: acquisire la consapevolezza dei legami tra scienza e tecnologia e della loro correlazione con i modelli di sviluppo e di salvaguardia dell’ambiente e della capacità di analizzarli in modo critico; la conoscenza della globalizzazione e le sue conseguenze, la relazione tra economia, ambiente e società, gli squilibri fra le regioni del mondo, lo sviluppo sostenibile; ed infine, l’acquisizione delle conoscenze complessive relative allo sviluppo sostenibile, compresi gli aspetti sociali, economici e politici di tipo intergenerazionale. A tale proposito, la ragazza afferma che questi obiettivi sono stati pienamente raggiunti e aggiunge: “Sono molto soddisfatta di questo progetto poiché grazie a questo ho aperto gli occhi su argomenti ai quali in precedenza non avevo mai dato peso.” La ragazza continua dicendo che, proprio per questo motivo, le sarà molto utile in futuro viste le tante informazioni che ha assimilato durante i vari incontri, delle quali altrimenti non sarebbe venuta a conoscenza. Martina conclude: “Lo consiglierei assolutamente ad un mio amico poiché le lezioni, pur essendo formative, sono allo stesso tempo molto dinamiche perché viene permesso a noi studenti di esprimere i nostri pareri, facendo nascere un vero e proprio debate sull’argomento trattato.” Questo modulo rappresenta, dunque, l’occasione perfetta, che spesso non si ha in classe, durante la giornata scolastica, per i ragazzi di discutere liberamente di argomenti attuali, argomenti a cui talvolta non si dà il peso che meritano, nonostante siano, invece, di fondamentale importanza. Ma è proprio con progetti come questo che si può sensibilizzare e coinvolgere i più giovani, che dimostrano, contro le aspettative di molti, di essere realmente interessati!