Home Sport STUDIARE UNO SPORT PER POTERLO GIOCARE

STUDIARE UNO SPORT PER POTERLO GIOCARE

167
0

Al Liceo Scientifico Enrico Fermi continuano le attività sportive.

Di T. Guarino e A. De Gaetano Il mese di maggio ha visto impegnati e continua ancora ad impegnare tutti i ragazzi tra studio e svariate attività pomeridiane, ma ormai l’anno scolastico sta giungendo al termine. Non è lo stesso per le attività sportive che continuano a riempire i pomeriggi degli studenti permettendogli di distrarsi un po’ dallo studio e di passare qualche ora in compagnia. Si tratta del modulo “Stare insieme con lo sport” che continuerà fino alla metà del mese di giugno e permette ai ragazzi di scoprire nuove passioni nell’ambito dell’attività fisica, analizzando tecnicamente e praticamente alcuni degli sport più comuni tra i giovani. Uno degli sport presi in considerazione da questo modulo e la pallacanestro. Tra i ragazzi che partecipano al PON vi sono sia giocatori più esperti, che possono accrescere le loro abilità sotto la guida del professore Stefano Ciardulli, docente di scienze motorie, sia ragazzi che non presentano alcun tipo di esperienza in questa disciplina e che quindi hanno aderito solo per fare nuove esperienze o magari per andare alla ricerca di un nuovo hobby. Questo PON ha permesso la partecipazione di tutti, senza la richiesta di particolari abilità in questo sport, e grande sorpresa per l’organizzazione, c’è stata una discreta adesione femminile. Queste ultime sono riuscite ad ambientarsi senza alcun tipo di problema in un ambiente prevalentemente maschile. Tutti i partecipanti, insieme al professore Ciardulli sono partiti dalle basi di questo sport, dal regolamento stesso, trattandosi di un gioco molto tecnico e pieno di regole, parte che ha richiesto un po’ di tempo. Una volta superata questa fase i ragazzi hanno cominciato ad analizzare la disciplina dal punto di vista pratico, concentrandosi sui fondamenti individuali e sui diversi ruoli dei giocatori, per poi decidere quale affidare ad ognuno di loro. Dopo aver assimilato tutte queste cose i ragazzi cominceranno ad esercitarsi nel gioco di squadra e poi affronteranno delle vere e proprie partite. “Questo PON è stato molto utile alle persone che non conoscevano questo sport o che comunque non lo praticavano bene, per imparare a giocare al meglio. Ha aiutato anche chi era già in grado di giocare bene, migliorando sempre di più” afferma Alex De Chiara, uno dei ragazzi del PON e aggiunge: “E’ veramente piacevole vedere che delle persone, che non hanno mai giocato, si appassionino ad uno sport del genere, che in Italia pur essendo conosciuto è poco praticato”. La nostra scuola offre moltissime possibilità ai ragazzi che intendono partecipare alle attività sportive pomeridiane. Fare attività fisica è fondamentale, in particolare per noi ragazzi che spendiamo molto tempo della nostra giornata tra studio e tecnologia, proprio per questo la nostra scuola invita tutti gli studenti a prendere parte a queste attività e come ci teniamo a ricordare sempre: “Una mente sana risiede solo in un copro sano”.