Home Interviste UNA STAZIONE METEOROLOGICA AL LICEO FERMI

UNA STAZIONE METEOROLOGICA AL LICEO FERMI

289
0

L’associazione “ex studenti del Fermi” impianta una stazione meteo sull’edificio

Di K. Menale e I. Iavarone

Antonio Cirillo, Associazione “Ex studenti de Fermi” è tra i responsabili dell’installazione della stazione meteorologica sul tetto del nostro liceo. A lui abbiamo rivolto alcune domande.

Com’è nata l’idea di installare una stazione meteorologica sull’edificio?

Tutto nasce da un articolo della rivista americana “Wired” nel quale venivano dichiarate le imprecisioni meteorologiche che si possono osservare in televisione. Per ovviare a ciò si è deciso di sviluppare un sistema di centraline meteo a livello stradale capace di inviare i dati rilevati a network mondiali per elaborare previsioni più precise nella zona di riferimento. Dopo una ricerca effettuata dalla nostra associazione “ex studenti del Fermi” abbiamo notato che nel nostro territorio non vi era alcuna stazione meteorologica e che quindi la sua installazione era necessaria per la comunità, e che avrebbe avuto una ricaduta didattica sugli studenti. Quindi abbiamo deciso di proporre l’idea alla Preside, la quale ha subito provveduto a finanziare la stazione meteo e il 25 Gennaio è stata installa definitivamente.

Sapreste dirci di cosa si tratta?

È una stazione americana dal nome Davis Vantage Pro 2 ed è un sistema innovativo costituito da sensori che rilevano e misurano la velocità del vento, l’umidità, i raggi ultravioletti, la pioggia caduta e l’intensità del sole. Queste sono informazioni fondamentali per quanto riguarda la meteorologia a livello locale, in quanto quella vista in televisione viene effettuata ad alta quota e pertanto presenta spesso delle imprecisioni. La stazione presente sul nostro liceo elabora tutti i dati prelevati e li rende visibili non solo sul sito del liceo stesso, ma vengono anche inviati a network mondiali come Waether Underground, Windy.com e Meteoblue. Questi ultimi elaborano i dati ricevuti dalla nostra stazione meteorologica per diffonderli a livello urbano in modo che i cittadini possano tenere costantemente sott’occhio questi valori.

A livello didattico, quali vantaggi può portare agli studenti del nostro liceo?

Successivamente, appena trovato un referente per l’operazione, gli studenti potranno collegarsi a GLOBE, un network mondiale patrocinato dalla NASA, relazionarsi con esperti del settore ed effettuare misurazioni scientifiche dei sistemi terresti, utilizzando adeguate attrezzature messe a disposizione dalla scuola.